16 settembre 2008

UN ALTRO UBRIACO TRAVOLGE: "ORA BASTA, SI FACCIA QUALCOSA!"




Apprendiamo dai maggiori quotidiani di ieri, che si registra l'ennesima vittima della strada, dovuta ad automobilisti risultati positivi al test del controllo sul tasso alcolico presente nel sangue e che sembra essere un fenomeno ormai in spaventoso aumento in cui la nostra città non è esente.

Questa volta la vittima - che al momento si trova in fin di vita - è un giovane ventenne motociclista, investito da un'auto guidata da un romeno ubriaco.

Così si esprime il Responsabile provinciale di Gioventù Italiana (La Destra), Emiliano Romanelli: "Si tratta dell'ennesimo incidente stradale dovuto al tasso eccessivo di alcol presente nel sangue del conducente d'auto, che si registra nella nostra città. Ci auguriamo che il ragazzo vittima di questo atto criminale possa riprendersi quanto prima, ma ci chiediamo fino a quando sarà possibile tollerare tutto questo". Infine aggiunge: "Le città italiane sembrano essere diventate piste di Formula 1, dove un pazzo qualunque che non sa come passare il tempo o non ha di meglio da fare che riempirsi di alcol, sfoga le proprie frustrazioni mettendo a repentaglio la vita di onesti cittadini che non hanno colpe se non quella di trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato. E' ora che le amministrazioni, i comuni e il Governo, invece di muoversi sul terreno della demagogia, si muovano seriamente per garantire la sicurezza dei cittadini".

Nei prossimi giorni sarà discussa una proposta dei giovani torinesi de La Destra, che si tramuterà nel breve tempo in campagne di sensibilizzazione attraverso i nostri gazebo nella città.

2 commenti:

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
LA DESTRA LIVORNO ha detto...

Ehi... il Jack Daniels no, però!