29 marzo 2009

IL TUO 5x1000 ALLA COMUNITA' SOLIDARISTA POPOLI


GIOVENTU' ITALIANA TORINO invita a destinare il 5 x 1000 alla COMUNITA’ SOLIDARISTA POPOLI
Per destinare il 5 x 1000 alla Comunità Solidarista Popoli, compilando il modulo per la dichiarazione dei redditi indicate nel riquadro del Sostegno al Volontariato il numero di codice fiscale / partita IVA della Onlus: 03119750234
La “Comunità Solidarista Popoli” è costituita da un gruppo di persone che, per desiderio e sentimento comuni, ha voluto creare una associazione di aiuto umanitario che indirizzi principalmente la propria azione a favore di popoli od etnie, che, in lotta per il mantenimento della propria identità, vivano in condizioni di particolare disagio. E’ scopo dell’associazione portare aiuti concreti a soggetti che si trovino in difficoltà a causa di guerre, calamità naturali od epidemie, con l’intenzione di operare autonomamente, al di fuori di qualsiasi condizionamento da parte di governi ed organizzazioni politiche. La Comunità provvede infatti alla designazione degli obiettivi su cui concentrare i propri sforzi, con l’impegno altresì di informare gli aderenti, i sostenitori e l’opinione pubblica circa i particolari degli interventi proposti. Il raggiungimento degli obiettivi passa attraverso il lancio di progetti umanitari (emergenze, lotta alla povertà) e di sviluppo (costruzione di ospedali, dispensari, scuole, centri di formazione professionale) che contribuiscano al miglioramento delle prospettive di vita delle stesse popolazioni che si trovano in situazioni di difficoltà. La copertura finanziaria di tali progetti avviene attraverso auto finanziamento degli associati attuali e futuri, e tramite raccolte di fondi, da effettuarsi con l’organizzazione di manifestazioni di beneficenza, agendo quando possibile in sinergia con altre organizzazioni umanitarie regolarmente costituite che si trovino ad operare parallelamente agli obiettivi scelti dalla nostra Comunità. Sito web dell’assocazione solidarista: www.comunitapopoli.org

22 marzo 2009

LE PROPOSTE DI ARCADIA - STUDENTI DI DESTRA ARRIVANO FINO IN CONSIGLIO COMUNALE

In data martedi 17 marzo 2009, su suggerimento degli esponenti di Arcadia - Studenti di Destra, Giuseppe Lonero, capogruppo de La Destra in consiglio comunale, ha presentato una mozione affinché nel prossimo contratto di servizio con GTT sia prevista una riduzione del 50% degli abbonamenti dei mezzi pubblici per tutti gli studenti universitari.
Il responsabile di Arcadia - Studenti di Destra, Roberto Mossetto, si dichiara "felice di notare come le nostre iniziative vengano appoggiate e portate avanti anche in organi al di fuori dell'Università".
In merito agli avvenimenti delle ultime settimane aggiunge inoltre: "Mentre i faziosi cercano di dichiarare illegittima la candidatura di Arcadia, gli studenti di destra dimostrano di saper operare sia nell'ambito dei diritti di migliaia di ragazzi, difesi nell'incontro di ieri con il Rettore, sia nell'ambito delle stesse proposte del nostro programma elettorale, che qualcuno osa ancora definire come una semplice copertura."
La mozione viene commentata anche da Luca Falcini, candidato al Senato Accademico nel Gruppo 1: " Un segno chiaro ed un primo passo importante per noi studenti e per le nostre tasche, soprattuto in un periodo come questo di incertezza economica" In merito alle dichiarazioni apparse stamani su alcuni giornali riguardanti la legittimità della lista Arcadia, Falcini ha aggiunto " la migliore risposta è proprio questa mozione nata dalle nostre sollecitazioni, alcuni invece sono rimasti fermi al 1945, noi proviamo a dare risposte e soluzioni ai problemi di tutti noi studenti". Si continuerà comunque a raccogliere firme all'interno dell'Ateneo per dare ulteriore peso all'iniziativa.

19 marzo 2009

OCCUPAZIONE SIMBOLICA DEL RETTORATO: ARCADIA RICEVUTA DAL RETTORE, LA CAMPAGNA ELETTORALE CONTINUERA'

video

Giovedi 19/03/09. Quest'oggi gli studenti che supportano la lista univeristaria Arcadia hanno simbolicamente occupato il Rettorato. Dopo circa mezz'ora di sit-in i Responsabili della lista, Federico Depetris e Roberto Mossetto, hanno potuto parlare al Rettore Pelizzeti. "Gli abbiamo spiegato il perchè riteniamo illegittimo il suo provvedimento che blocca la campagna elettorale dentro le sedi delle Facoltà spiegandogli che per noi la campagna elettorale continuerà" dichiara Federico Depetris "non accettiamo intimidazioni e continueremo a portare avanti le nostre rivendicazioni per gli studenti". Sono state inoltre oggetto del confronto anche le resposanbilità del Rettore sulla situazione a Palazzo Nuovo, dove l'intero stabile sembra essere di proprietà dei ragazzi dei collettivi autonomi. "Registriamo dopo ogni giorno di campagna elettorale un sempre più crescente malumore negli studenti, compresi quelli di sinistra, stufi dell'arroganza dei ragazzi dei centri sociali e degli antifascisti. La nostra risposta al loro atteggiamento, fuori tempo massimo, sono la battaglia contro il caro alloggi per gli studenti; la battaglia per ottenere sconti sugli abbonamenti della GTT; il Progetto Fratello Sole; la lotta al caro libri; l'aumento del peso degli studenti nella gestione dell'Ateneo tutti temi che presenteremo nelle varie aule delle Facoltà, aule che il Rettore ha garantito saranno concesse". Roberto Mossetto ha poi concluso ribandendo "l'incoerenza del Rettore, nel prendere delle decisioni riguardanti i diritti e i doveri di migliaia di studenti, siamo contenti però che davanti agli studenti presenti questa mattina, il Rettore abbia leggermente cambiato la sua posizione" Roberto Mossetto ha concluso il suo intervento con una nota polemica: "Stamattina purtroppo si sono verificati altri gravi episodi di violenza a Palazzo Nuovo, le istituzioni universitarie al momento appaiono del tutto incapaci di garantire il regolare svolgimento della campagna elettorale. Noi di Arcadia però non accettiamo ne provocazioni ne intimidazioni e continueremo le nostre iniziative". Dopo l'occupazione del Rettorato i sostenitori di Arcadia si sono spostati alla Palazzina Einaudi dove hanno fatto, come da programma, un presidio/volantinaggio

18 marzo 2009

VIOLENZA ROSSA A PALAZZO NUOVO IL RETTORE BLOCCA LA CAMPAGNA ELETTORALE UNIVERSITARIA

ARCADIA GUIDA LA PROTESTA TELEMATICA DEGLI STUDENTI
In seguito agli scontri di Palazzo Nuovo risalenti allo scorso 9 Marzo, il Rettore dell'Università degli Studi di Torino, ha deciso di sospendere la campagna elettorale. Arcadia rende noto che si farà promotrice di una mobilitazione telematica, invitando i tanti studenti di destra e di sinistra che non accettano questo provvedimento ad inviare mail all'ufficio del Rettore. L'indirizzo al quale è possibile mostrare il proprio dissenso è rettore@unito.it"Si tratta di un provvedimento, questo del Rettore senza precedenti, che non trova alcuna giustificazione: le elezioni sono imminenti ed è impossibile sospendere la campagna elettorale" commenta Federico Depetris "abbiamo chiesto, senza ottenere per ora risposta, un appuntamento al Rettore entro e non oltre Giovedì 19 Marzo. In ogni caso per noi la campagna elettorale continua, continueremo perciò ad installare banchetti in ogni facoltà come facciamo da più di tre settimane". Federico Depetris ha poi aggiunto: " se non ci viene riconosciuto il diritto a fare propaganda elettorale, noi questo diritto ce lo prendiamo. Resistere alle prepotenze, siano esse quelle degli antifascisti o del Rettore, è per noi un dovere prima ancora che un diritto"."E' giusto che un gruppetto di trenta facinorosi tenga in scacco 60 mila studenti?" si chiede Roberto Mossetto. La situazione non è certo delle più facili per il Rettore e per i vari responsabili dell'Ateneo, ma la sospensione incondizionata della campagna elettorale fa trasparire la totale mancanza di sangue freddo da parte di chi dovrebbe dirigere la formazione umana e culturale dei giovani torinesi."Questo incontro che si cerca di evitare con le autorità - conclude Mossetto - non fermerà le iniziative dei ragazzi di Arcadia che, anzi, si impegneranno ad informare ed a sensibilizzare gli studenti di qualsiasi orientamento politico circa questo scellerato provvedimento".
ARCADIA-STUDENTI DI DESTRA
ESPRIMI IL TUO DISSENSO AL RETTORE; INVIA LA MAIL E DIFFONDI
QUI DI SEGUITO PROPONIAMO UN TESTO PER UNA MAIL CHE GLI STUDENTI POSSONO MANDARE AL RETTORE da inviare a: rettore@unito.it
Gentilissimo Rettore
Ho appreso del suo decreto con il quale ha imposto il blocco della campagna elettorale per le elezioni universitarie.Da studente, che regolarmente paga le tasse universitarie, non posso accettare che quaranta facinorosi possano impedire il confronto elettorale. La sua decisione appare totalmente inadeguata oltre che lesiva dei diritti di noi studenti. La ringrazio per l'attenzione.
Cordialmente
Nome Cognome

15 marzo 2009

GIOVENTU ITALIANA TORINO PER IL POPOLO KAREN. INIZIA LA COLLABORAZIONE CON L'ASS. "POPOLI"

Gioventu Italiana Torino intraprende oggi un percorso di collaborazione con la Comunità Solidarista POPOLI (O.N.L.U.S.) istiutendo presso la propria sede di Corso Francia 35/B un punto di raccolta delle lignuette di alluminio delle lattine.
Ogni chilogrammo di alluminio raccolto verrà consegnato ai volontari di POPOLI i quali provvederanno a scambiarlo con una PROTESI per i feriti di etnia Karen, molto spesso bambini, che subiscono costantemente gli attacchi della giunta militare comunista che governa la Birmana.
POPOLI è presente nella regione dei Karen dal 2001 con delle cliniche dove operano medici specializzati che possono intervenire su queste orribili mutilazioni. Una di queste cliniche è stata intitolata alla memoria del Camerata Carlo Terraciano.
Il popolo Karen rivendica la terra dei propri padri e ne difende fieramente tradizioni ed identità opponendosi in armi alla dittatura birmana ed ai grandi potentati economici. Inoltre, è bene sottolineare che i Karen conducono la loro lotta di liberazione nazionale rifiutando i facili guadagni del traffico di droga al quale si oppongono fermamente per convinzioni etiche e politiche.
Invitiamo pertanto militanti e simptizzanti di Gioventù Italiana e del partito La Destra a sostenere questa iniziativa solidale impegnandosi a raccogliere le linguette delle lattine per portarle periodicamente in sede durante gli orari di apertura o alle riunioni.
AUTODETERMINAZIONE DEI POPOLI...LO URLIAMO DA SEMPRE NELLE PIAZZE, ORA PUOI CONTRIBUIRE CONCRETAMENTE CON UN PICCOLO GESTO DI SOLIDARIETA'!

12 marzo 2009

SUPERIAMO L'ANTIFASCISMO DI COMODO E LA LOGICA DEGLI OPPOSTI ESTREMISMI


AGLI STUDENTI, AI DOCENTI E AI GIORNALISTI
Dopo gli scontri a Palazzo Nuovo di Lunedì 9 Marzo, tra Polizia e “Autonomi”, siamo stati chiamati in causa da numerose testate giornalistiche, blog, comunicati, dichiarazioni etc etc. Diventa dunque doveroso da parte nostra fare alcune puntualizzazioni.Siamo nel 2009 e riportare le lancette dell’orologio del tempo indietro di trenta anni non è uno dei nostri obbiettivi.Le lezioni del passato le abbiamo ampiamente imparate, i sedicenti autonomi al contrario sembrano intenzionati solo ed esclusivamente a fomentare odio ed antifascismo. Nel comunicato di Lunedì, siamo stati su questo punto assolutamente chiari: MAI PIU’ ANTIFASCISMO e mai più cultura dell’Odio. Sprecare tempo ed energia nel cercare lo scontro con i ragazzi del CUA (e simili) non è la nostra priorità, abbiamo un programma che focalizza l’attenzione sui problemi reali e concreti dell’Ateneo e degli Studenti in tal senso continueremo ad impegnarci, come sempre.Abbiamo letto le farneticanti dichiarazioni degli esponenti dei collettivi rilasciate alla stampa, dove siamo stati accusati di neonazismo, xenofobia, sessismo e di tutto il solito repertorio che ormai sentiamo da anni. Anno dopo anno gli autonomi balzano agli onori della cronaca per il loro stantio e rancoroso antifascismo, segno che ormai ad alcuni è rimasto solo l’Antifascismo ad altri, a noi, l’iniziativa ed il rinnovamento ed il nostro programma parla chiaro!!Continuiamo, inoltre, a raccogliere consensi tra gli studenti ogni giorno, ad ogni banchetto. Raccogliamo anche lo sconforto di tanti, tantissimi studenti di sinistra che stufi dell’atteggiamento arrogante e prepotente del CUA credono nella possibilità del rinnovamento. L’antifascismo non fa più presa e i petardi dentro l’atrio di Palazzo Nuovo hanno portato i tanti frequentatori dello stabile a dissociarsi dagli autonomi accentuando lo scollamento tra gli studenti e la sinistra “antagonista”. Curioso poi, che i collettivi abbiano incassato la solidarietà di alcuni docenti, sintomo del legame tra “autonomi” e Baroni politicizzati dentro l’Ateneo. Alcuni di questi docenti hanno anche dubitato che proprio noi di ARCADIA potessimo partecipare alle imminenti elezioni universitarie, sintomo dell’assoluta mancanza di onestà intellettuale e di pudore nel rilasciare dichiarazioni che offendono l’intelligenza di coloro che hanno dovuto leggere questi esilaranti commenti. Non intendiamo commentare il contegno del Rettore, poiché ciò che sappiamo lo abbiamo appreso solo tramite i giornali, in ogni caso gli chiediamo quali provvedimenti intenderà intraprendere per permettere il regolare svolgimento della campagna elettorale. Leggendo i comunicati del CUA abbiamo appreso della loro “dichiarazione di guerra” nei nostri confronti, del fatto che non intendono darci alcuna legittimità politica (riducendo tutto al solito trito e ritrito antifascismo di comodo) ed alcuna agibilità, sia chiaro che se non ci viene riconosciuto il diritto a fare propaganda noi comunque tale diritto ce lo prendiamo.Non crediamo nel gioco degli opposti estremismi lasciamo che siano gli altri a perdere tempo ad attaccarci, ma pensiamo che resistere alla prepotenza altrui sia non solo un diritto, ma un dovere.
ARCADIA - STUDENTI DI DESTRA

9 marzo 2009

MAI PIU ANTIFASCISMO ALL'UNIVERSITA!


In merito ai fatti di questa mattina la lista universitaria Arcadia-Studenti di Destra (www.studentididestra.tk) commenta l'accaduto con una propria nota. Purtroppo i gruppi di "autonomi" continuano a riproporre slogan e metodi superati da almeno trent'anni, capaci ormai di produrre un'inefficace quanto idiota antifascismo, lo si è visto oggi a Palazzo Nuovo dove gli antifascisti hanno pensato bene di lanciare bombe carta all'interno della Facoltà. Nonostante il Fuan sia una lista nostra rivale nella tornata elettorale del 6 e 7 maggio, condanniamo fermamente l'irresponsabile comportamento degli antifascisti.Hanno perso i collettivi autonomi ogni contatto con il mondo studentesco e le sue problematiche preferendo l'antifascismo.Noi al contrario continueremo con le nostre battaglie sociali e continueremo l'attacco alla casta dei Baroni e all'attuale sistema universitario, per un confronto che sia davvero libero, iniziando proprio dalle Università. Ci chiediamo infine quali provvedimenti intenderà prendere il Rettore affinchè sia garantito il regolare svolgimento della campagna elettorale.
ARCADIA - STUDENTI DI DESTRA

PRESENTATA LA LISTA ARCADIA STUDENTI DI DESTRA


Nel pomeriggio di sabato 7 marzo è stata ufficialmente presentata la lista Arcadia - Studenti di Destra che concorrerà alle elezioni universitarie di maggio. L'evento, svoltosi presso il circolo Asso di Bastoni, ha permesso a curiosi e simpatizzanti di conoscere meglio i candidati delle varie facoltà. Molta importanza hanno avuto i temi cosiddetti "sociali", quali il problema del caro affitti e del caro libri e le relative soluzioni proposte dalla lista. La conferenza stampa è stata anche l'occasione per presentare la raccolta firme con la quale si intende richiedere una riduzione del 50% dei biglietti e abbonamenti della GTT e delle Ferrovie dello Stato per tutti gli studenti universitari.I candidati di Arcadia saranno ora presenti, attraverso banchetti e presidi, presso tutte le sedi dell'Università.

3 marzo 2009

PRESENTAZIONE LISTA ARCADIA - STUDENTI DI DESTRA


SIAMO CAVALIERI CONTRO BARONI
"Riprendiamoci l'Università ed il nostro futuro" queste le dichiarazioni di Federico Depetris che annuncia la presentazione della lista Universitaria Arcadia-Studenti di Destra che si terrà Sabato 7 Marzo alle ore 17:00 presso il Circolo e centro ricreativo non conforme torinese Asso di Bastoni in via Cellini 22. "Il nostro slogan sarà 'Cavalieri contro Baroni', un chiaro messaggio alla casta che difende il sistema universitario attuale e ai suoi galoppini tra gli studenti" conclude Federico Depetris Responsabile della Lista Universitaria. "Ciò che stiamo per presentare è anche la scossa verso una collettività ormai troppo statica e sfiduciata: gli studenti.L'Università deve tornare ad essere luogo di crescita personale, oltre che intellettuale" ha aggiunto Roberto Mossetto, Responsabile della lista universitaria che poi ha concluso: "Solo coinvolgendo il maggior numero di persone è possibile: motivo per cui Arcadia raccoglie fra le proprie fila esponenti dei più diversi gruppi giovanili e intende dare la giusta importanza alle sedi decentrate, fino ad ora lasciate in secondo piano."Sono invitati a partecipare studenti, docenti e giornalisti interessati al progetto. L'incontro prevede, oltre la conferenza stampa, una cena benefit per Arcadia e a seguire un concerto acustico.
Arcadia-Studenti di Destra

1 marzo 2009

LA DESTRA VERSO LE ELEZIONI, LA CAMPAGNA ELETTORALE DI G.I. PARTE DA SCUOLE E UNIVERSITA'


Anche quest'anno si avvicinano le elezioni. Il 6-7 Giugno si voterà per Provinciali ed Europee, ed il nostro movimento giovanile ha già iniziato ad affiancare il partito nella campagna elettorale.
Quelli che ci aspettano saranno 3 mesi intensi di militanza nei quali saremo impegnati a far conoscere La Destra soprattutto negli ambienti giovanili, partendo naturalmente dalle scuole e dalle università.
Inoltre, è sempre utile ricordarlo, nei primi giorni di maggio si terranno le elezioni universitarie (UNITO) dove saremo presenti con i nostri candidati all'interno della lista Arcadia Studenti di destra. Insomma, è arrivato il momento di riprenderci i nostri spazi!