19 marzo 2009

OCCUPAZIONE SIMBOLICA DEL RETTORATO: ARCADIA RICEVUTA DAL RETTORE, LA CAMPAGNA ELETTORALE CONTINUERA'

video

Giovedi 19/03/09. Quest'oggi gli studenti che supportano la lista univeristaria Arcadia hanno simbolicamente occupato il Rettorato. Dopo circa mezz'ora di sit-in i Responsabili della lista, Federico Depetris e Roberto Mossetto, hanno potuto parlare al Rettore Pelizzeti. "Gli abbiamo spiegato il perchè riteniamo illegittimo il suo provvedimento che blocca la campagna elettorale dentro le sedi delle Facoltà spiegandogli che per noi la campagna elettorale continuerà" dichiara Federico Depetris "non accettiamo intimidazioni e continueremo a portare avanti le nostre rivendicazioni per gli studenti". Sono state inoltre oggetto del confronto anche le resposanbilità del Rettore sulla situazione a Palazzo Nuovo, dove l'intero stabile sembra essere di proprietà dei ragazzi dei collettivi autonomi. "Registriamo dopo ogni giorno di campagna elettorale un sempre più crescente malumore negli studenti, compresi quelli di sinistra, stufi dell'arroganza dei ragazzi dei centri sociali e degli antifascisti. La nostra risposta al loro atteggiamento, fuori tempo massimo, sono la battaglia contro il caro alloggi per gli studenti; la battaglia per ottenere sconti sugli abbonamenti della GTT; il Progetto Fratello Sole; la lotta al caro libri; l'aumento del peso degli studenti nella gestione dell'Ateneo tutti temi che presenteremo nelle varie aule delle Facoltà, aule che il Rettore ha garantito saranno concesse". Roberto Mossetto ha poi concluso ribandendo "l'incoerenza del Rettore, nel prendere delle decisioni riguardanti i diritti e i doveri di migliaia di studenti, siamo contenti però che davanti agli studenti presenti questa mattina, il Rettore abbia leggermente cambiato la sua posizione" Roberto Mossetto ha concluso il suo intervento con una nota polemica: "Stamattina purtroppo si sono verificati altri gravi episodi di violenza a Palazzo Nuovo, le istituzioni universitarie al momento appaiono del tutto incapaci di garantire il regolare svolgimento della campagna elettorale. Noi di Arcadia però non accettiamo ne provocazioni ne intimidazioni e continueremo le nostre iniziative". Dopo l'occupazione del Rettorato i sostenitori di Arcadia si sono spostati alla Palazzina Einaudi dove hanno fatto, come da programma, un presidio/volantinaggio

Nessun commento: